menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta dell'ospedale "San Giovanni di Dio"

Una veduta dell'ospedale "San Giovanni di Dio"

Morì subito dopo essere stato soccorso per un malore, eseguita l'autopsia

L'esame è stato disposto dal sostituto procuratore Carlo Cinque. Oggi pomeriggio, nella chiesa di San Francesco di Paola, in via Garibaldi, dovrebbero tenersi i funerali

E' stata eseguita ieri, nella camera mortuaria dell'ospedale "San Giovanni di Dio", su disposizione del sostituto procuratore Carlo Cinque, l'autopsia sulla salma del ventunenne deceduto domenica sera immediatamente dopo essere arrivato al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio". Ad eseguire l'esame è stato un anatomo-patologo, consulente dell'azienda ospedaliera, che è arrivato dal "Cannizzaro" di Catania. Il medico, dopo aver concluso l'autopsia, si è riservato e consegnerà gli esiti in Procura entro i prossimi 60 giorni.

LEGGI ANCHE: Soccorso per un malore, muore appena arrivato al pronto soccorso 

Oggi pomeriggio, nella chiesa di San Francesco di Paola, in via Garibaldi, dovrebbero tenersi i funerali. E' rimasto sotto choc anche il quartiere di Villaseta dove il giovane viveva assieme alla sua famiglia.

A contrada Consolida, già quella maledetta sera, si è precipitata la polizia di Stato che ha ricostruito l'accaduto. Gli stessi poliziotti hanno poi sentito, cercando di avere contezza di tutto, i familiari. 

La direzione sanitaria dell'azienda ospedaliera "San Giovanni di Dio", per capire quali sono state le cause del decesso, poche ore dopo, ha deciso di effettuare un "riscontro diagnostico". Serviva, del resto, capire cosa avesse provocato l'arresto cardiorespiratorio che ha ucciso il giovane. E' stata dunque disposta l'autopsia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento