Cronaca

Teresa e Trifone, la rivelazione: «E' stata la veggente a individuare la pistola»

E' stata una veggente, dice la mamma di Trifone, a dare indicazioni decisive per il ritrovamento dell'arma del delitto: «Una veggente mi disse che la pistola era nella lunga fontana di un giardino. Una fontana come quelle in cui si abbeverano gli animali e io pensai a quel parco che avevo visto vicino al palasport...»

Oggi per la famiglia di Trifone Ragone non è un giorno facile. Il giovane, ucciso insieme alla fidanzata, l'agrigentina Teresa Costanza, nel parcheggio del palasport di Pordenone il 17 marzo scorso, oggi avrebbe compiuto 29 anni.

La madre di Trifone lancia un appello. Il dolore e la voglia di giustizia coesistono nelle parole di Eleonora Ferrante. «Se qualcuno ha visto qualcosa di strano nel parco di San Valentino la sera del 17 marzo, quando Trifone e Teresa sono stati uccisi nel parcheggio del palasport, parli, vada dai carabinieri».

E' stata una veggente, dice la donna, a dare indicazioni decisive per il ritrovamento dell'arma del delitto: «Una veggente mi disse che la pistola era nella lunga fontana di un giardino. Una fontana come quelle in cui si abbeverano gli animali e io pensai a quel parco che avevo visto vicino al palasport...».

Già cinque mesi fa in una puntata di "Chi l'ha" visto Eleonora Ferrante aveva lanciato un appello, come ricorda il Gazzettino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teresa e Trifone, la rivelazione: «E' stata la veggente a individuare la pistola»

AgrigentoNotizie è in caricamento