menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Approvata in Consiglio la variazione al bilancio di previsione

Nel documento figurano il "taglio" di due investimenti per circa 60mila euro, e le "mancate entrate" che ammontano a circa 125mila euro, comprese le somme da destinare al rifacimento di tratti obsoleti della rete idrica comunale

Anche il comune di Santo Stefano Quisquina ha approvato le variazioni al bilancio di previsione 2016. Nel corso della seduta del Consiglio convocata dal presidente Enzo Greco Lucchina si è, infatti, proceduto a varare il documento finanziario: al momento del voto è stata registrata la contrarietà dell'opposizione.

Tra i "tagli" necessari figurano due investimenti, per complessivi 60mila euro, che riguardano la revisione del Prg e la ristrutturazione dei locali concessi dall’assessorato Agricoltura e Foreste per ospitare la caserma dei carabinieri. Azioni che comunque l'Amministrazione si è impegnata a porre in essere considerata la loro rilevanza, riproponendo l'impegno di spesa nel prossimo bilancio di previsione.

Questi sono stati resi necessari dalla riduzione delle somme in entrata previste nel bilancio di previsione 2016, quali i proventi derivanti dall’alienazione di parte di un bene di proprietà comunale e il contributo della Regione siciliana per il rimborso spese relative al ricovero di minori (per complessivi 125mila euro circa), e dall’incremento delle somme in uscita, quali i conguagli per forniture di energia elettrica, spese per nuovi ricoveri coatti, e altro ancora, per un ammontare di 80mila euro circa.

Tra le variazioni è stata inserita in bilancio la somma di 55mila euro inerente l’accensione di un mutuo ventennale a tasso zero con l’Istituto per il Credito sportivo per il rifacimento del manto erboso del campo sportivo comunale e la realizzazione di opere accessorie.

E’ stata inoltre inserita la somma di 40mila euro derivante dal contributo elargito dalla Sanpellegrino S.p.A. finalizzato alla riduzione delle perdite di rete, che, in analogia a quelli ricevuti negli esercizi finanziari 2014 e 2015, è stato destinato al rifacimento di tratti obsoleti della rete idrica comunale e consentirà di diminuire l’entità delle perdite, nonchè il fabbisogno energetico dell’impianto di sollevamento del pozzo “Prisa”. 

L’indennità del presidente del Consiglio comunale, già destinata nel bilancio di previsione ai costi di funzionamento dell’Ufficio di Presidenza, è stata utilizzata per rimpinguare il "Fondo solidarietà Sabrina" riservato all’assistenza economica dei cittadini affetti da gravi patologie che necessitano di cure immediate.

E’ stato infine approvato all’unanimità un emendamento per l’inserimento in bilancio di un capitolo in entrata ed in uscita di 65mila euro per fronteggiare lo stato di emergenza determinato dal recente nubifragio che ha interessato il territorio comunale. 

Nella stessa seduta il sindaco Francesco Cacciatore ha comunicato al Consiglio i prelevamenti effettuati dal “fondo di riserva”, che sono stati utilizzati per la riparazione della pompa dell’ impianto di irrigazione del manto erboso del campo sportivo, per il servizio di assistenza all’autonomia e alla comunicazione, e per il servizio civico.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento