menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cantiere dell'asse urbano

Il cantiere dell'asse urbano

Asse urbano di Porto Empedocle, entro il 2019 è prevista la fine dei lavori

Gli interventi sono ripresi nei mesi scorsi in "silenzio" dopo anni di fermo, di polemiche e procedimenti legali che hanno dato ragione alle ditte aggiudicatarie

L'asse urbano di Porto Empedocle potrà vedere la luce entro la fine del 2019. L'annuncio, da prendere con le cautele del caso, arriva direttamente dalla società Soredil, che da alcuni mesi ha rimesso in piedi il cantiere per il completamento di un'importante asse per la viabilità fuori dal centro città. Un'opera che ha avuto una vita travagliatissima: i lavori erano partiti nel 2010 e che furono bloccati da una interdittiva antimafia firmata dalla Prefettura di Agrigento a danno proprio della Soredil che fermò non solo l'asse urbano, ma anche il cantiere di completamento del parcheggio pluripiano di piazzale Ugo La Malfa. Si dovrà aspettare il 2016 perché fosse il Cga a "stracciare" quell'informativa atipica ritenendola infondata e consentire, almeno formalmente, il ri-avvio delle opere.

L'annuncio: "Entro l'autunno riprendono i lavori per l'asse urbano di Porto Empedocle"

Se questo, come noto, non è mai avvenuto ad Agrigento (anzi, oggi pende tra Comune e imprese un contenzioso milionario) qualche passo avanti è stato possibile per l'asse urbano, dove, l'Irsap prima e l'assessorato regionale alle Attività produttive dopo, hanno pian piano sbloccato la situazione consentendo la ripresa dei lavori che dovranno andare a completare quanto finora rimasto a metà (a partire dal celebre viadotto che finisce nel vuoto), intervenendo comunque sullo stato dei cantieri, rimasti appunto per anni in totale stato di abbandono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento