Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

"Ritirava ai turisti i biglietti d'ingresso alla Valle e poi li rivendeva": denunciato

Un impiegato del Parco archeologico dovrà, adesso, rispondere dell'ipotesi di reato di truffa aggravata ai danni di un ente pubblico

Il tempio della Concordia, nel cuore della Valle

"Ritirava i biglietti d'accesso dei turisti alla Valle dei Templi, riferendo che servivano per una inesistente statistica per conto dell'Unesco, e li rivendeva ad altri visitatori procurandosi così un ingiusto profitto". E' per l'ipotesi di reato di truffa aggravata ai danni di ente pubblico che un impiegato del Parco archeologico è stato denunciato alla Procura. Del fascicolo di inchiesta si sta occupando il sostituto procuratore Alessandro Macaluso.

A chiamare il 112 è stato un visitatore insospettito dall'inusuale ritiro di quei biglietti d'accesso. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Agrigento immediatamente precipitatisi sul posto hanno acquisito informazioni ed hanno appreso che "il raggiro, contestualmente, era stato effettuato - scrivono i militari dell'Arma - nei confronti di altri visitatori". Rintracciato, dunque, il dipendente del Parco archeologico - che era stato accuratamente descritto dai visitatori - è scattata la perquisizione personale e veicolare. Perquisizione che ha avuto un esisto positivo visto che "sotto il tappetino posteriore, lato guida, dell'autovettura, sono stati rinvenuti i biglietti privi di matrice già emessi per l'ingresso alla Valle dei Templi". Il ricavo proveniente dai visitatori, presenti nella Valle, è stato restituito ai legittimi proprietari.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ritirava ai turisti i biglietti d'ingresso alla Valle e poi li rivendeva": denunciato

AgrigentoNotizie è in caricamento