Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Primo giorno di green pass anche per il Parco Archeologico: tanti turisti restano fuori

Il "certificato verde" serve infatti anche per i luoghi all'aperto, diversamente da come avviene per i ristoranti. Sciarratta: "I numeri restano buoni, invito tutti a vaccinarsi"

(foto ARCHIVIO)

Il primo "impatto" dell'applicazione del green pass, in vigore da oggi, non si è registrato come ci si aspettava nei ristoranti al chiuso, ma in un luogo di grande afflusso comunque all'aperto: la Valle dei Templi.

Secondo il nuovo decreto Draghi, infatti, anche per accedere a mostre, aree archeologiche  e musei all'aperto è necessario possedere i certificati di avvenuta vaccinazione, solo che in molti nei fatti non ne erano a conoscenza, ritenendo appunto che fosse necessario solo per gli spazi al chiuso.

Così in tanti, ci raccontano le guide turistiche della nostra città, hanno dovuto fare retromarcia e andare via, un po' seccati, senza avere la possibilità di accedere alla Valle. Le stesse guide segnalano, tra l'altro, che in alcuni casi il green pass non è stato riconosciuto da sistemi di lettura dei codici qr: non sarebbe infatti valido il primo green pass (rilasciato con la sola prima dose) ma soprattutto vi sarebbero stati problemi di lettura se il "passaporto" vaccinale era stampato non in grande qualità. Insomma, momenti di confusione nel primo giorno di applicazione di un sistema che, a tutti gli effetti, è inedito. E non solo ad Agrigento.

"Le regole del Dpcm stabilite su base nazionale sono queste - commenta il direttore del Parco Archeologico Roberto Sciarratta -, possono essere certamente commentate ma vanno comunque rispettate. Oggi abbiamo monitorato gli ingressi, temendo che l'obbligo di green pass potesse far calare in modo significativo gli ingressi. Così fortunatamente non è stato, ma certamente la situazione ci preoccupa in un momento in cui il settore sta faticosamente ripartendo. Vorrei però che sia chiaro un punto: il problema in questa vicenda non è certamente il vaccino o il possesso del certificato, ma piuttosto il virus, che è ancora tra noi e provoca ancora lutti. Per questo vorrei lanciare un appello a tutti: è necessario vaccinarsi, è l'unico modo per venire fuori da questa situazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo giorno di green pass anche per il Parco Archeologico: tanti turisti restano fuori

AgrigentoNotizie è in caricamento