rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Scavo del Gymnasium, aggiudicato il consolidamento dell'area a Nord

Occorre realizzare interventi di contenimento dello smottamento d’origine alluvionale che interessa la parete della vasca esistente

Interventi di consolidamento nell’area Nord dello scavo del Gymnasium: lo spazio dove si svolgevano le attività sportive, educative e ricreative. Il Parco archeologico "Valle dei Templi" ha aggiudicato alla “Aemme” di Favara, che ha offerto un ribasso del 33 per cento, i lavori. Per il "Gymnasium" è stata prevista "la sostituzione delle coperture presenti, danneggiate in più parti, e dunque non più funzionali in termini di salvaguardia, attraverso installazioni architettonicamente gradevoli che assicurino la tutela e consentano la piena fruizione del monumento. Occorre, inoltre, realizzare interventi di contenimento dello smottamento d’origine alluvionale che interessa la parete della vasca esistente a Nord del Gymnasium" – ha scritto il Parco archeologico di Agrigento - .

Il Gymnasium, probabilmente sorto in età Ellenistica, venne totalmente rinnovato in età augustea come testimoniato da alcune ricerche. Gli archeologi hanno scoperto la presenza di una fase architettonica di età imperiale romana sovrapposta a quella tardo-ellenistica, rappresentata da un ampio edificio circolare del diametro di 21 metri con basi di colonne o pilastrini all’interno, fiancheggiato da due grandissimi ambienti rettangolari. L’ipotesi che l’area sia stata utilizzata come ginnasio è stata fatta dopo la scoperta di un lunghissimo portico di 200 metri, prospiciente una pista il cui tratto finale, a Nord, presentava due lunghe file di sedili paralleli, divisi in quattro settori e delimitati da braccioli, che recano una serie di iscrizioni ed un’acclamazione ad Augusto.

Adesso, il Parco archeologico "Valle dei Templi" è pronto agli interventi di consolidamento nell’area Nord del Gymnasium. Secondo il Parco archeologico “ai fini della riconfigurazione e del restauro ambientale del vallone che attraversa l’estremità settentrionale dell’edificio è necessario eseguire un rilievo laser-scanning e, infine, per una corretta documentazione del lavoro effettuato sarà necessario eseguire il rilievo laser-scanning delle nuove coperture”.

“Saranno interventi di stabilizzazione della parte che si trova a ridosso del vallone, una piccola porzione terminale dell’area, nonché di manutenzione e restauro dell’immobile che si trova a Nord del tempio di Zeus – ha spiegato il direttore del Parco archeologico Giuseppe Parello - .Interventi di consolidamento nell’area Nord dello scavo del Gymnasium: lo spazio dove si svolgevano le attività sportive, educative e ricreative. E naturalmente – ha tenuto a precisare – tutti i reperti già recuperati che vi sono custoditi, così come quelli che man mano affioreranno nei saggi e negli scavi archeologici verranno trasferiti al Palacongressi”.

Su richiesta dei vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento e al fine di evitare il rischio di incendi che possano coinvolgere l’edificio, i reperti fino ad ora recuperati e custoditi – che si trovano, attualmente, in cassette di legno - verranno trasferiti in contenitori ignifughi. Trasferiti, appunto, al Palacongressi del Villaggio Mosè.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scavo del Gymnasium, aggiudicato il consolidamento dell'area a Nord

AgrigentoNotizie è in caricamento