Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Fruizione dei beni culturali, Valle dei Templi in pole position regionale

E' il sito più visitato nel primo semestre 2018, stacca di 3mila accessi il teatro antico di Taormina e si conferma vero punto di forza del turismo agrigentino, che è però sempre più mordi e fuggi

Fruizione del patrimonio culturale e monumentale siciliano, nel primo semestre 2018 la Valle dei Templi è ancora il primo sito dell'isola per accessi.

Lo dice il report realizzato dall'assessorato regionale ai Beni culturali per i mesi che vanno da gennaio a giugno. Stando al rapporto, che utilizza dati forniti dalle stesse strutture burocratiche dei beni in questione, Agrigento ha già fatto registrare 420mila ingressi: lo scorso anno erano stati appena 355mila, dato che comunque era ampiamente sopra la media regionale. In “classifica” poco sotto troviamo il teatro antico di Taormina, con 417.233 visitatori e 'area archeologica della Neapolis e Orecchio di Dioniso di Siracusa, con 332.976 visitatori.

Complessivamente il sistema dei beni culturali regionali in provincia ha fatto registrare 484.194 ingressi contro i 412mila dello scorso anno (cioè +17,51%, il secondo miglior dato siciliano) con un incasso di quasi 3 milioni di euro. Di questi 2.853.319 euro, sono quelli andati alla sola Valle (anche se in calo sono ancora molti gli accessi gratuiti), anche se crescono tutti i siti: il museo archeologico “Griffo”, rispetto allo scorso anno ha avuto un aumento di 1300 visitatori circa (in totale 25.786, dei quali però 18.144 gratuiti e un incasso di 89.571 euro), così come la Biblioteca e casa natale Luigi Pirandello, che ha registrato 25.164 accessi in sei mesi e un incasso di 22.788 euro. In crescita, anche se praticamente a saldo zero, anche Palazzo Panitteri a Sambuca di Sicilia, Monte Kronio a Sciacca e Monte Adranone sempre a Sambuca di Sicilia. In tutti e tre i siti gli accessi sono aumentati in modo sensibile (Adranone è passato da 163 a 404 ingressi, Panitteri da 1.917 da 2.534 e Kronio da 2.216 a 2.634) ma con incassi a zero in tutti e tre i casi trattandosi, dice il report, di ingressi gratuiti. Per questi beni non sono ancora disponibili comunque alcuni dati. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fruizione dei beni culturali, Valle dei Templi in pole position regionale

AgrigentoNotizie è in caricamento