Cronaca

Amianto, via libera alla bonifica ambientale nella Valle del Belice 

Sono stati ammessi a finanziamento undici progetti di riqualificazione che prevedono la romozione anche dell'eternit

È stata definita la procedura, con il ministero dell’Ambiente, mediante la quale sono stati ammessi a finanziamento undici progetti di riqualificazione e bonifica ambientale per lo smaltimento dell'amianto e dell'eternit derivanti dallo smantellamento delle baraccopoli nei paesi delle province di Agrigento, Trapani e Palermo.

Otto progetti sono immediatamente cantierabili, tre invece si trovano in una fase istruttoria e occorrerà attendere ulteriori passaggi burocratici. A disposizione ci sono oltre nove milioni di euro. A breve partiranno, dunque, i lavori di riqualificazione nelle province più colpite dal sisma del 1968. "Si tratta di un programma di interventi - precisa la Regione - approvato già nel 2015, ma che ha subito nel corso degli anni diverse modifiche e approfondimenti, fino all'attuale rimodulazione".

Nel dettaglio, ad Agrigento sono stati ammessi a finanziamento quattro progetti: a Montevago per la riqualificazione della Chiesa e dell'ex poliambulatorio nell'ex baraccopoli Bergamo sono stanziati 412 mila euro e quasi un milione di euro per la bonifica ambientale dei villaggi Bergamo, Tempo e Trieste. A Santa Margherita del Belice sono finanziati i lavori nell'ex baraccopoli di via Po, per circa un milione e mezzo di euro, e lo smaltimento delle discariche abusive di cemento amianto, per un importo di 600 mila euro.
 
Si trovano ancora nella fase istruttoria, invece, i progetti di Menfi e Sambuca di Sicilia, per i quali è in corso un approfondimento al ministero dell'Ambiente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto, via libera alla bonifica ambientale nella Valle del Belice 

AgrigentoNotizie è in caricamento