rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Vaccino in farmacia, in 75 rispondono all'appello: escluse le dosi di Pfizer

A disposizione "soltanto" Johnson & Johnson e probabilmente AstraZeneca. Si dovrebbe cominciare a giugno

Sono 75 le farmacie dell’Agrigentino che offriranno la possibilità di ricevere e dunque somministrare il vaccino anti-Covid 19. Secondo quanto fatto sapere dall’edizione odierna de La Sicilia si potrebbe cominciare già a giugno.

"Saranno esclusi il Pfizer e il Moderna - dice Pietro Amorelli, presidente di Atifar Federfarma Agrigento a La Sicilia - sia per le modalità di conservazione prima della somministrazione, sia per il tempo esiguo che rimane per la somministrazione dei vaccini dopo lo scongelamento. Pfizer, tra altro, deve essere diluito prima della somministrazione mentre Moderna ha sempre un tempo limitato dopo lo scongelamento. Sicuramente, quindi, somministreremo Johnson & Johnson e probabilmente AstraZeneca". E sulla piattaforma da usare, Amorelli ha risposto così: "Probabilmente useremo la piattaforma di Poste Italiane e, comunque, ci occuperemo, oltre alle vaccinazioni, anche delle prenotazioni". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino in farmacia, in 75 rispondono all'appello: escluse le dosi di Pfizer

AgrigentoNotizie è in caricamento