"Tornano dalle vacanze o da trasferte all'estero e sono positivi al Covid": 13 casi in provincia in poche ore

Quattro tamponi positivi sono stati notificati a Canicattì, tre a Ribera, due a Castrofilippo, uno a Naro, Palma e Ravanusa. Contagiato anche un ragazzino di appena 12 anni di Sciacca

(foto archivio)

Tredici tamponi positivi al Coronavirus. I referti sono stati acquisiti, nel giro di pochissime ore, a partire dalla tarda mattinata a Canicattì, Castrofilippo, Palma di Montechiaro, Ravanusa, Naro, Ribera e Sciacca. Tutti o quasi sono risultati essere rientrati da vacanze o trasferte all'estero: a Malta, in Romania e in Spagna.

Canicattì 

Tornano dalle vacanze, alcuni dei quali anche da Malta, e al termine della quarantena fiduciaria risultano positivi al Covid-19. Tutti e quattro, tre dei quali fanno parte dello stesso nucleo familiare, sono asintomatici. Essendosi messi in quarantena non hanno avuto contatti con amici e conoscenti. "Evitiamo gli assembramenti, non possiamo permetterci leggerezze - ha lanciato l'appello il sindaco di Canicattì Ettore Di Ventura - . A Canicattì si erano già registrati 15 casi. "L'Asp di Agrigento mi ha notificato che 4 persone residenti nella nostra città sono risultate positive - ha confermato il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, - . Si tratta persone che rientravano dalle vacanze, provenienti dall'estero, qualcuno anche da Malta. A seguito della quarantena fiduciaria, così come previsto dalla norma sono stati sottoposti al tampone. Ho contattato i contagiati e sono asintomatici. Tre fanno parte della stessa famiglia. Fortunatamente, in queste settimane, non hanno avuto contatti con persone diverse da quelle della loro famiglia". Dei quattro, tre sono rientrati da una vacanza a Malta e sono padre, madre e un figlio. L'altro positivo è invece rientrato sempre dall'estero. "Questi contagi creano preoccupazione - ha aggiunto l'amministratore - perché siamo consapevoli che il problema del Coronavirus non è stato superato. Bisogna evitare gli assembramenti perché il virus non perdona. Non possiamo permetterci leggerezze che possano compromettere tutti i sacrifici che fino ad oggi sono stati fatti. I contagi sono in risalita e questo deve farci riflettere sul comportamento da tenere. Occorre utilizzare le mascherine e osservare il distanziamento". 

Grotte non è più Covid-free: tampone positivo per 50enne ricoverato al "San Giovanni di Dio"

Castrofilippo

Due tamponi positivi anche a Castrofilippo che, fino ad oggi, era stata Covid-free. Fra i due contagiati - si tratta 24enne e di un 25enne -non c'è nessun collegamento. Entrambi erano stati in vacanza all'estero, uno dei quali - si tratta di una donna - in Romania. "L’Asp di Agrigento mi ha comunicato due casi di positivi al Covid 19. Si tratta di un uomo e di una donna, entrambi tornati dall’estero. Sono asintomatici e attualmente in isolamento domiciliare nelle loro abitazioni - ha reso noto il sindaco di Castrofilippo, Francesco Badalamenti, - . Li ho sentiti telefonicamente rassicurandomi delle loro condizioni di salute che non destano particolari preoccupazioni. Entrambi, dopo essere rientrati a Castrofilippo, si sono posti in quarantena e non hanno avuto contatti con altre persone. Non è quindi il caso di creare allarmismi e soprattutto di avviare una caccia alle streghe per conoscere necessariamente la loro identità. Dispiace che Castrofilippo, dopo avere superato indenne la fase del picco dei contagi, oggi faccia registrare due persone positive al Covid 19. Questo significa, non abbassare la guardia, usare i dispositivi di protezione: guanti, mascherine, disinfettare le mani spesso con igienizzante, mantenere il distanziamento sociale, evitare assembramenti nei locali pubblici - ha concluso Badalamenti - .  Voglio rassicurare tutta la popolazione che la situazione è sotto controllo. Questi due casi devono farci riflettere e tornare ad osservare quelle norme che possano dare serenità alla nostra comunità. Non dobbiamo dimenticare che il Covid 19 ancora circola tra di noi ma soprattutto non esiste una cura ed un vaccino che lo abbia sconfitto in maniera definitiva. Tutte le attività programmate da questa amministrazione comunale continueranno nella norma".

Palma di Montechiaro

Un tampone positivo per una ragazza di Palma di Montechiaro, dove nella prima ondata si registrarono 9 contagi. Otto furono i guariti e uno il deceduto.  "La persona interessata si trova già in isolamento domiciliare - ha reso noto il sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino, - . Manteniamo il distanziamento, indossiamo le mascherine, rispettiamo tutti i divieti" - è tornato a ripetere Castellino - . 

Ravanusa

Ed ancora un altro positivo per Ravanusa dove il virus ha infettato un giovane. "E' un nuovo focolaio" - dice il sindaco Carmelo D'Angelo - . "Un nuovo caso di contagio. Un altro giovane. Un nuovo focolaio - ha reso noto, invece, il sindaco di Ravanusa: Carmelo D'Angelo - . Chi è tornato da fuori, chi ha dubbi di avere avuto contatti con persone che sono tornate dalle zone cosiddette a rischio, chi non è stato fermato ai controlli portuali ed aeroportuali e pensa di essere furbo (e non lo è) contatti l'Asp - lancia un appello l'amministratore - e soprattutto eviti la frequentazione di luoghi affollati". 

Naro 

Un nuovo contagiato anche a Naro. Si tratta di una donna di mezza età che è rientrata dalla Spagna. La donna è in isolamento, mentre in quarantena fiduciaria sono state poste complessivamente 12 persone.

Ribera

Tre tamponi positivi - sono stati confermati dall'Asp al sindaco Carmelo Pace - anche a Ribera. Si tratta di un nucleo familiare che è rientrato nella città delle arance dalla Romania. "Mi è stata notificata dall’Asp la notizia della positività al Covid 19 di tre persone residenti a Ribera. Si tratta di un intero nucleo familiare (padre, madre e figlio) di origini romene, rientrato a Ribera da pochi giorni dopo aver trascorso le vacanze in Romania. Sin dal loro rientro - ha spiegato il sindaco Carmelo Pace - sono stati in auto isolamento domiciliare e non hanno avuto alcun contatto con altre persone. I tre romeni stanno bene e sono a casa sotto le cure del loro medico di famiglia. Si raccomanda alla cittadinanza prudenza nei comportamenti quotidiani, curare l’igiene personale e il distanziamento sociale".

Sciacca

E' risultato positivo al Covid-19 anche un dodicenne di Sciacca che, pare, sia asintomatico e che è in quarantena domiciliare.     

(Aggiornato alle ore 18,40)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento