menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il procuratore aggiunto Ignazio Fonzo

Il procuratore aggiunto Ignazio Fonzo

Abusivismo nella Valle, la Procura dà l'ultimatum al Comune: «30 giorni per abbattere le case»

Sono trenta giorni di tempo a partire da oggi: poi la Procura procederà «conseguenzialmente». E' quanto si legge nel documento che il procuratore Fonzo ha inviato al Comune per intimare, senza possibilità di ulteriori "dilazioni", di dare seguito al sollecito dei magistrati circa la demolizione degli immobili abusivi ricadenti nell'area del Parco archeologico della Valle dei Templi

La Procura della Repubblica di Agrigento torna a scrivere al Comune di Agrigento, ma stavolta lo fa senza mezzi termini: il sindaco Lillo Firetto avrà trenta giorni di tempo - a partire da oggi - per dare seguito al sollecito dei magistrati circa la demolizione degli immobili abusivi ricadenti nell'area del Parco archeologico della Valle dei Templi.

«Dopo la nota di questo ufficio - recita la lettera che porta la firma del procuratore aggiunto Ignazio Fonzo - non è stato comunicato quali successivi e conseguenziali atti si stiano adottando né si è aggiornata costantemente questa Autorità Giudiziaria sulle ulteriori iniziative intraprese. Si vorrà apprestare nel rispetto delle norme vigenti ogni necessario provvedimento finalizzato alla demolizione dei manufatti abusivi di cui alle precedenti note di questa Autorità Giudiziaria».

Per il sindaco Lillo Firetto «si tratta di un termine congruo. Pensiamo di riuscire a rispettare il termine» ha detto il primo cittadino. Ma nel caso in cui ciò non avverrà, la Procura ha già fatto sapere che «trascorsi giorni trenta senza concreta attuazione di quanto sollecitato si provvederà conseguenzialmente».    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento