menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaco, senza patente, né assicurazione scappa alla polizia: bloccato e denunciato

Il ventiseienne dovrà rispondere anche dell'ipotesi di reato di porto di oggetti atti ad offendere: all'interno del portabagagli aveva una mazza di legno di 55 centimetri

Un inseguimento lungo viale Dei Pini e viale Emporium, proseguito lungo la statale 640 e fino alla rotonda Giunone. A scappare, a perdifiato, con una pattuglia della polizia di Stato alle calcagna è stata una Bmw 320, con a bordo il conducente e il passeggero. Ad inseguire quella macchina che, fin dalla prima occhiata, era apparsa sospetta sono stati gli agenti della sezione Volanti della Questura. Gli stessi che, alla fine, hanno denunciato, alla Procura della Repubblica, il conducente: il ventiseienne G. B. di Naro. Il giovane è risultato essere ubriaco e s’era messo alla guida – stando all’accusa – di una macchina non assicurata; senza patente, poiché gli era stata in precedenza revocata, e con una mazza, di quasi un metro, all’interno del portabagagli. E’ accaduto tutto alle 2,10 circa della notte fra venerdì e ieri. 

Lungo viale Dei Giardini, durante quello che era un ordinario controllo del territorio, i poliziotti hanno intercettato quella Bmw 320 che li ha insospettiti. In viale Dei Pini, i poliziotti hanno imposto l’Alt e la macchina ha rallentato prima e accostato dopo. Quando uno dei due poliziotti ha raggiunto l’autovettura, il conducente ha inserito la prima ed è scappato a gran gas. La “pantera” s’è messa, naturalmente, subito all’inseguimento della Bmw e i poliziotti hanno anche diramato la nota di ricerche. Il conducente della Bmw lungo il viale Emporium, cercando di far perdere le proprie tracce, ha accelerato ed ha realizzato delle manovre che hanno messo in pericolo, rischiando di provocare più incidenti frontali, anche le altre auto che sopraggiungevano. Solo dopo aver percorso la statale 640, all’altezza della rotonda Giunone, verosimilmente comprendendo di non avere nessuna via di fuga, il conducente dell’auto – il ventiseienne di Naro – s’è fermato ed ha acceso le quattro frecce. Nel frattempo, alla rotonda Giunone sono sopraggiunti i rinforzi: un’altra pattuglia della sezione Volanti e una gazzella dei carabinieri. Scattata la perquisizione veicolare, all’interno del portabagagli, sotto un piccolo materassino, è stata ritrovata una mazza di legno di 55 centimetri. Il conducente ha subito ammesso di essere senza patente, perché revocatagli in precedenza, e con l’assicurazione scaduta. E’ stato sottoposto all’esame dell’etilometro che ha dato esito positivo. Il ragazzo è stato denunciato, alla Procura, per le ipotesi di reato di resistenza a pubblico ufficiale, porto di oggetti atti ad offendere e guida in stato di ebbrezza. Gli sono state elevate sanzioni per complessivi 7 mila euro e l’autovettura è stata posta sotto sequestro amministrativo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento