menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO ARCHIVIO

FOTO ARCHIVIO

"Infastidisce clienti di pizzeria e colpisce poliziotti con calci e pugni", condannato 35enne

L'imputato, arrestato lo scorso 26 maggio, è stato riconosciuto colpevole per le accuse di resistenza e pubblico ufficiale e lesioni

Spintoni, calci e pugni contro i poliziotti che erano intervenuti per riportarlo alla calma dopo avere ricevuto la segnalazione di un uomo ubriaco che infastidiva gli avventori di una pizzeria.

Il giudice monocratico Fulvia Veneziano, un mese e mezzo dopo l'episodio, al termine del processo per direttissima, ha condannato a 4 mesi di reclusione il trentacinquenne marocchino Najib Laghzizal, 35 anni, arrestato in flagranza di reato il 26 maggio per le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate.

Il trentenne di origini straniere, difeso dall'avvocato Leonardo Marino, secondo la ricostruzione dell'episodio, avrebbe iniziato a infastidire i clienti di una pizzeria della via Mazzini tanto che qualcuno chiamò la polizia. 

Laghzizal, alla vista dei poliziotti, cercò di fuggire ma, essendo in un profondo stato di ubriachezza, cadde per terra e battè il volto provocandosi delle ferite. Gli agenti chiamarono un'ambulanza e si avvicinarono per cercare di bloccarlo venendo, invece, sempre secondo quanto sostiene l'accusa, colpiti con spintoni e calci. Uno dei due poliziotti, infatti, sarebbe caduto per terra. L'aggressione proseguì in ospedale.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento