rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca Villaggio Mosè / Viale Cannatello

Torna ubriaco in comunità e danneggia mobili e infissi: arrestato un tunisino

Non è chiaro – o almeno non è stato reso noto – cosa abbia innescato, oltre al forte stato d’ebbrezza, la rabbia del trentasettenne

Torna ubriaco nella comunità d’accoglienza dove è stato collocato e, in preda alla furia, danneggia buona parte degli arredi e perfino gli infissi della struttura. Sono dovute accorrere le pattuglie della sezione Volanti della Questura per riportare la calma, ed evitare ulteriori danni, alla comunità d’accoglienza per immigrati di viale Cannatello. I poliziotti hanno arrestato il tunisino trentasettenne e lo hanno, come disposto dal sostituto procuratore di turno che ha subito aperto un fascicolo d’inchiesta, trasferito nelle camere di sicurezza della caserma “Anghelone” dove dovrà rimanere in attesa dell’udienza di convalida.

Non è chiaro – o almeno non è stato reso noto – cosa abbia innescato, oltre al forte stato d’ebbrezza, la rabbia dell’immigrato che, fino a prima di mercoledì, non aveva dato, a quanto pare, alcun problema. Eppure, mercoledì, s’è reso protagonista – sotto lo sguardo attonito di molti connazionali, alcuni dei quali minorenni, e nonostante i tentativi di calmarlo da parte degli operatori della comunità d’accoglienza – di un danneggiamento aggravato. Non accadeva da un po’ di tempo che nelle strutture d’accoglienza della provincia si registrassero disordini e danneggiamenti. Nei mesi scorsi però, fatti analoghi – magari scatenati da proteste ben precise – ci sono stati. In questo caso, stando a quanto è emerso, il tunisino trentasettenne era “soltanto” ubriaco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna ubriaco in comunità e danneggia mobili e infissi: arrestato un tunisino

AgrigentoNotizie è in caricamento