rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
La tragedia / Racalmuto

Morto in Giordania dopo un volo di 30 metri, la vittima è originaria di Racalmuto

Il papà è un artigiano nato nel paese di Leonardo Sciascia che per opportunità di lavoro si era trasferito a Moncalieri nel Torinese

E’ di origini racalmutesi il turista 30enne Andrea Sferrazza morto venerdì 21 aprile a Petra in Giordania durante una vacanza. E’ caduto da un'altezza di 30 metri mentre era intento a percorrere un sentiero chiuso al pubblico all'interno di un sito archeologico. Un viaggio che Andrea aveva deciso di fare da solo. Immediati i soccorsi. E’ stato portato all'ospedale cittadino ma ogni tentativo di salvargli la vita è stato inutile: troppo gravi le ferite riportate a seguito della caduta. Il papà del giovane turista è nato a Racalmuto, si chiama Roberto Sferrazza ed è un artigiano che dal paese di Leonardo Sciascia si era trasferito, per opportunità di lavoro a Moncalieri nel Torinese, poi domiciliato ad Asti. Ed è Torino, infatti, la città natale dello sfortunato turista di 30 anni che ha trovato la morte in Giordania.

La polizia ha aperto un'indagine disponendo l'autopsia per chiarire la dinamica dei fatti. L'ambasciata italiana in Giordania ha subito contattato i familiari che si sono attivati per raggiungere il paese in Medio Oriente.

Il giovane, da quanto si apprende, a Torino abitava a Mirafiori dove ha vissuto con la madre, la signora Rita Brandi, prima di trasferirsi a Londra nel 2021 dove lavorava come pizzaiolo al “Soho House” , un club molto elegante dove si dice che si siano incontrati Meghan Markle e il duca Harry di Sussex.

Grande amante dei viaggi, voleva scoprire le meraviglie del mondo anche a costo di andare da solo affrontando lunghe percorrenze. Il sito archeologico dove è avvenuta la tragedia si trova a circa 250 chilometri a sud della capitale Amman, in pieno deserto, con i colori dell’arenaria degli edifici, in gran parte funerari, Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Questo viaggio Andrea avrebbe dovuto compierlo con il fratello maggiore Luca di quasi 34 anni, che però non era riuscito a prendersi le ferie dal lavoro di commercialista. Quindi la decisione di partire da solo: il rientro era previsto la prossima settimana  Londra, ma già a maggio aveva in programma di tornare a Torino per festeggiare il compleanno della madre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto in Giordania dopo un volo di 30 metri, la vittima è originaria di Racalmuto

AgrigentoNotizie è in caricamento