Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Possiamo aiutarvi" non è soltanto uno slogan, il capitano La Rovere: "Dovete fidarvi di noi, siamo vostri amici”

Dopo la truffa ai danni di un'anziana di Realmonte, i carabinieri rilanciano ancora una volta l’appello ai cittadini a denunciare

 

La truffa alla pensionata di 68 anni di Realmonte è il segnale di come le vittime prescelte dagli aguzzini siano proprio le persone più deboli e sole. In questo caso però, la donna, appena ha capito che era caduta in una trappola, ha avuto il coraggio di rivolgersi ai militari dell’Arma.

"Sono un maresciallo dei carabinieri della Procura, deve pagare la multa": era però una truffa, arrestato 38enne
"Sono un maresciallo dei carabinieri della Procura, deve pagare la multa": era però una truffa, arrestato 38enne

E' fondamentale, dunque, la collaborazione dei cittadini che nelle forze dell'ordine devono imparare a vedere degli amici o delle autentiche ancore di salvezza. “Noi possiamo aiutarvi – dice ai microfoni di AgrigentoNotizie il capitano Marco La Rovere, comandante della compagnia carabinieri di Agrigento, – ma per questo è necessario che la cittadinanza venga da noi, o noi da loro, per poter parlare ed esporre quelli che sono i problemi. I carabinieri – aggiunge l’ufficiale – siamo una parte della società, siamo amici dei singoli cittadini e della collettività. Il nostro dovere è proprio quello di aiutarvi e di starvi vicini”.

Il comandante della compagnia dell'Arma di Agrigento, il capitano Marco La Rovere, ha ricordato a tutti che per "contravvenzioni e bollette, nessuno viene a casa ad esigere denaro, né l'Arma dei carabinieri e meno che mai la Procura di Agrigento. Diffidare dunque di qualsiasi persona che si presenta a casa, aspettare prima di aprire. Se non si ha l'assoluta certezza, bisogna fare il 112. Noi andiamo sempre in uniforme nelle abitazioni e con la macchina di servizio. Vale per noi e per tutte le forze dell'ordine". 

carabinieri casa-2

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento