rotate-mobile
Le ricostruzioni / Sciacca

L'anziano trovato morto nel vallone, le indagini: malore o asfissia da annegamento

L'anziano forse è sceso dall'autovettura per sincerarsi sul fatto che era rimasto impantanato o forse per cercare aiuto. Ma è finito, appunto, in un canalone

E' stata fatta chiarezza. Ed anche in maniera piena. L'ottantacinquenne, residente a Misiliscemi, frazione di Guarrato, è uscito fuori strada, mentre era al volante della sua Fiat Punto, all'altezza di un vallone di contrada Bordea a Sciacca. E' rimasto impantanato nel fango e lui è finito in una pozza d'acqua. Forse è sceso dall'autovettura per sincerarsi dell'accaduto o forse per cercare aiuto. Ma è finito, appunto, in un canalone. 

Era scomparso da ieri, anziano ritrovato cadavere in una scarpata

L'ispezione cadaverica effettuata dal medico legale non ha evidenziato segni di violenza ed ha accertato che il decesso dell'anziano pensionato, celibe, è avvenuto verosimilmente per un improvviso malore o per asfissia da annegamento. A ricostruire tutti i passaggi, alla Procura della Repubblica di Sciacca, sono stati i carabinieri della compagnia di Sciacca. Militari dell'Arma che si stanno occupando di tutti gli accertamenti necessari. 

La salma è stata portata, subito dopo il rinvenimento, all'obitorio di Sciacca ed è in attesa di ulteriori accertamenti che, se vorrà, verranno disposti dalla Procura. 

Il cadavere dell'uomo è stato ritrovato nel vallone Foce di Mezzo, lungo la strada Marsala-Guarrato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'anziano trovato morto nel vallone, le indagini: malore o asfissia da annegamento

AgrigentoNotizie è in caricamento