Trovati due quadri del Settecento rubati dalla chiesa Madre, 73enne nei guai

I carabinieri hanno notato i dipinti appesi alle pareti dell'abitazione dell'uomo, che è stato denunciato con l'accusa di ricettazione di opere d'arte ed impossessamento illecito di beni culturali

I quadri trovati dai carabinieri

Trovati due quadri del Settecento rubati quattro anni fa nella chiesa madre di Aragona. I carabinieri, nel corso di una perquisizione, hanno notato i dipinti appesi alle pareti dell'abitazione di un 73enne aragonese, che è stato denunciato con l'accusa di ricettazione di opere d'arte ed impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato.

LEGGI ANCHE: Don Angelo Chillura: "Le tele verranno esposte nel museo parrocchiale"

I quadri, adesso custoditi nella caserma dei carabinieri di Aragona, saranno restituiti, dopo ulteriori indagini, alla chiesa madre di Aragona. Nel dettaglio, si tratta di un ovale, olio su tela, raffigurante il Bambino Gesù con gli strumenti della Passione, di autore ignoto, realizzato tra la fine del Settecento e l'inizio dell'Ottocento. Il secondo quadro, invece, raffigura San Camilliano, l'autore è Domenico Provenzani da Palma di Montechiaro ed è datato 1780.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento