Domenica, 21 Luglio 2024
La decisione

Operazione "Fish and drug": revocati arresti domiciliari, canicattinese torna libero

Si tratta di Antonio Costa, difeso dall'avvocato Angelo Asaro: l'uomo era stato arrestato dall'Interpol

Il Tribunale del riesame di Palermo ha annullato l’ordinanza del gip del Tribunale di Agrigento con la quale veniva applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari al canicattinese Antonio Costa.

Si tratta di uno dei destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare emessa nell’ottobre dello scorso anno dal Gip del Tribunale di Agrigento nell’operazione Fish & drug che ipotizzava l'esistenza di un vasto giro di spaccio di droga in provincia con l'utilizzo di hashish recuperato dai fondali di Porto Empedocle e Lampedusa.  Costa, in quanto emigrato in Belgio, era stato portato in Italia dall’Interpol dopo uno specifico mandato di arresto europeo.

L’ordinanza di custodia cautelare è stata impugnata ed il Tribunale della Libertà di Palermo, accogliendo la richiesta di riesame proposta dall’avvocato difensore Angelo Asaro, ha annullato l’ordinanza del gip, disponendo quindi la scarcerazione del canicattinese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Fish and drug": revocati arresti domiciliari, canicattinese torna libero
AgrigentoNotizie è in caricamento