menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Arnone

Giuseppe Arnone

Il Riesame ha deciso: Giuseppe Arnone torna in libertà

I giudici del tribunale della libertà hanno annullato l'ordinanza di custodia cautelare per l'avvocato finito in manette per l'ipotesi di reato di estorsione

I giudici del tribunale del Riesame di Palermo hanno annullato l'ordinanza di custodia cautelare, firmata dal Gip Francesco Provenzano, a carico di Giuseppe Arnone. Arnone, dunque, torna libero. 

Ieri, l'avvocato e politico era stato sentito dai giudici dopo che lui stesso aveva avanzato un'istanza per essere ascoltato. Il provvedimento del giudice per le indagini preliminari era stato, dunque, ridiscusso in contraddittorio fra le parti. Erano presenti all'udienza, del tribunale delle Libertà, anche i titolari del fascicolo di inchiesta: i Pm Carlo Cinque ed Alessandro Macaluso.

Le motivazioni dell'annullamento dell'ordinanza di custodia cautelare verranno depositate nei prossimi giorni. 

Ad avanzare la richiesta di annullamento dell'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, poi su richiesta della Procura aggravata e dunque con il ritorno in carcere di Arnone, era stata la difesa che è composta dagli avvocati Arnaldo Faro e Carmelita Danile. 

Arnone è stato arrestato, in flagranza, per l'ipotesi di reato di estorsione, lo scorso 12 novembre. A fermarlo, all'uscita dello studio della collega Francesca Picone dove - secondo l'accusa - avrebbe intascato due assegni per un importo di 14 mila euro, sono stati i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento.

Secondo la Procura, quei soldi sarebbero state "le prime due rate di una tangente di 50 mila euro che Arnone avrebbe chiesto a Picone per non alzare clamore mediatico su una pregressa vicenda giudiziaria che vede l'avvocato Picone imputata per irregolarità nei confronti di una sua cliente, successivamente assistita proprio da Arnone"
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento