rotate-mobile
Cronaca

"Accoltellò operatore 118", ma gli ha chiesto scusa in aula: assolto

Secondo una nota del legale difensore dell'uomo, un 54enne agrigentino, il giudice ha stabilito che "il fatto non costituisce reato"

In stato di ebbrezza aveva accoltellato un operatore del 118 che gli stava prestando soccorso: assolto perché il fatto non costituisce reato.

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento Katia La Barbera, secondo quanto ricostruisce una nota inviata dall'avvocato Giuseppina Ganci, difensore di S.C., 54 anni Agrigentino, accusato di lesioni aggravate ai danni di un operatore sanitario, ha infatti assolto l'imputato che, già durante il processo, aveva rivolto le proprie scuse all'accoltellato.

I fatti risalgono al maggio del 2016 quando l'uomo, in stato di ebbrezza a casa propria, aveva sferrato alcuni fendenti con un coltello da cucina nei confronti di chi gli stava prestando soccorso, procurandogli una ferita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Accoltellò operatore 118", ma gli ha chiesto scusa in aula: assolto

AgrigentoNotizie è in caricamento