rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Va in escandescenze in ospedale e manda in frantumi la vetrata

Il trentenne è stato bloccato, dalla polizia, ed è stato sottoposto ad un trattamento sanitario obbligatorio

Forse s’era stancato dell’attesa. Forse era, “semplicemente”, ubriaco. Un trentenne, nella notte fra lunedì e ieri, è andato, all’improvviso, in escandescenze e s’è scagliato contro una porta dell’ospedale “San Giovanni di Dio”. La porta è stata letteralmente sfondata e la vetrata è finita in frantumi. Notte di caos, ancora una volta, all’azienda ospedaliera di contrada Consolida dove medici e infermieri non hanno potuto far altro che fare scattare l’allarme. E al “San Giovanni di Dio” sono immediatamente accorse tutte le pattuglie disponibili della polizia. Il poco più che trentenne è stato, dunque, ben presto bloccato ed è stato sottoposto ad un trattamento sanitario obbligatorio.

Non è stato reso noto se l’uomo fosse ubriaco, ma del resto – dopo che è stata riportata la calma – è stato il momento di passare alla conta dei danni. E il danneggiamento è stato, appunto, importante visto che l’infisso è stato abbattuto e la vetrata è stata ridotta in mille pezzi. I poliziotti della sezione “Volanti” della Questura di Agrigento – tre le pattuglie intervenute – hanno cercato, nottetempo, di fare chiarezza sulle motivazioni di quel grosso danneggiamento. Sembra scontata, anche se ieri non veniva ufficializzato, che scatterà una denuncia, alla Procura della Repubblica di Agrigento, a carico del poco più che trentenne. Quanto è avvenuto nelle ultime ore è soltanto l’ultimo – in ordine di tempo – di una serie di episodi analoghi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va in escandescenze in ospedale e manda in frantumi la vetrata

AgrigentoNotizie è in caricamento