Cronaca

"Nominata la cognata del sindaco al Tre Sorgenti", scoppia la polemica

A lanciare la richiesta di revoca del provvedimento è il primo cittadino di Campobello di Licata: "E' un provvedimento inopportuno"

La sede del Tre sorgenti

Nuova governance al Tre Sorgenti, scoppia la polemica sulla nomina del presidente.

A lanciare la "bomba" sui social è il sindaco di Campobello di Licata, Gianni Picone, il quale ritiene "inopportuna" la nomina del presidente Jessica Lo Giudice di Palma di Montechiaro. "Non certo per la preparazione e le doti della dottoressa Lo Giudice - precisa -, che saranno senz'altro eccellenti, ma quanto per il fatto che la stessa risulta essere la cognata del sindaco di Palma di Montechiaro, e, mi dicono, tale circostanza è stata resa nota all'assemblea dei sindaci solo a nomina avvenuta".

Picone, che precisa di non essere comunque stato presente alla riunione, rincara: "è chiaro a tutti che la terzietà richiesta al presidente del Consorzio, rispetto alle posizioni dei singoli comuni, possa essere messa a dura prova da un rapporto di parentela così stretto. Inoltre - continua - in un momento di così grave crisi, si dà un pessimo segnale ai cittadini se, nell'indicare ruoli di responsabilità, gli esponenti politici locali scelgono nella cerchia dei loro parenti stretti".

A prendere posizione sulla vicenda è anche il consigliere comunale di Palma di Montechiaro Salvatore Malluzzo. "Non si può assistere ad un fatto del genere da semplici soggetti spettatori - dice - qui bisogna reagire, bisogna avere quel sussulto della coscienza dicendo no a certe logiche della politica e di gestione della cosa pubblica. Lo impone - in questo caso - l’essere amministratori, l’aver giurato sulla Costituzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nominata la cognata del sindaco al Tre Sorgenti", scoppia la polemica

AgrigentoNotizie è in caricamento