rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Ravanusa

La tragedia di Ravanusa, arriva un altro milione dalla Regione ma c’è anche la generosità dei privati: raccolti 115 mila euro

Le risorse finanziarie trasferite da Palazzo d’Orleans al Comune serviranno a garantire un alloggio alle famiglie sfollate: saranno coperte le spese di affitto e, se necessario, anche per l’acquisto degli arredi

Regione e privati si mobilitano per Ravanusa e lo fanno mettendo a disposizione la liquidità necessaria a garantire un tetto alle famiglie colpite dalla tragedia dell’11 dicembre.

Dalla Regione, intanto, arriva un altro milione di euro facendo quindi arrivare il totale finora stanziato a 2 milioni di euro. I privati, invece, da tutta Italia attraverso la raccolta di solidarietà #rialzatiravanusa, sono riusciti a mettere insieme, finora, ben 115 mila euro.

Soldi che serviranno prima di tutto a coprire le spese di affitto delle case che accoglieranno le famiglie sfollate, ma anche ad acquistare gli arredi necessari a rendere accoglienti e funzionali gli alloggi per tutti coloro che non hanno più una casa.

La strage di Ravanusa, la Regione stanzia un milione per la ricostruzione

Attualmente sono in corso di valutazione tecnica non solo gli edifici che ricadono nell'area sequestrata dalla Procura, ma anche tutti gli altri immobili che, anche se in modo lieve, potrebbero avere subito danni dallo scoppio avvenuto per la fuga di gas.

Anche per i necessari interventi di ripristino e di manutenzione si potrà attingere dal fondo regionale di 2 milioni di euro. E con lo stesso denaro si potranno anche sistemare la scuola e la biblioteca.

Per quanto riguarda invece la ricostruzione dei quattro edifici crollati nell'esplosione, essendo la zona interessata da una frana e quindi considerata a rischio idrogeologico, questo potrebbe avvenire solo a conclusione dei lavori di consolidamento dell'intero quartiere e dopo le necessarie verifiche di stabilità del versante interessato dalla frana. I tempi di realizzazione, fanno sapere dal Comune di Ravanusa, ad oggi non si possono stimare.

Per questo motivo, secondo il sindaco Carmelo D’Angelo, appare molto probabile l’eventualità di puntare su progetti di riqualificazione in una zona diversa dal quartiere Mastro Dominici, realizzando ex novo non solo gli immobili da destinare alle famiglie che hanno perso la casa nell’esplosione ma opere di vera e propria rigenerazione di aree attualmente degradate. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tragedia di Ravanusa, arriva un altro milione dalla Regione ma c’è anche la generosità dei privati: raccolti 115 mila euro

AgrigentoNotizie è in caricamento