Traffico di migranti, operazione "Barbanera": due indagati in carcere e uno ai domiciliari

Il gip Francesco Provenzano non convalida il fermo ma applica una misura cautelare ai tre presunti componenti della "cellula" agrigentina dell'organizzazione criminale

Il fermo non è stato convalidato perché, secondo il giudice delle indagini preliminari Francesco Provenzano, non sussiste il pericolo di fuga, unico presupposto che ne consente la ratifica. Tuttavia il quadro indiziario è solido ed è stata applicata una misura cautelare nei confronti dei tre indagati dell’operazione “Barbanera” che ipotizza l’esistenza di un’organizzazione a delinquere che avrebbe messo in piedi un traffico di migranti, con base in più province, che faceva arrivare gli stranieri con dei gommoni veloci.

Traffico di migranti, scatta l'operazione "Barbanera": fermati tre agrigentini

Fra i destinatari del provvedimento di fermo, disposto dalla Direzione distrettuale antimafia ed eseguito all'aba di martedì dalla Guardia di Finanza, anche tre agrigentini. Si tratta di Filippo Solina, di Lampedusa 51 anni, Salvatore Spalma, di Agrigento, 30 anni e Francesco Sacco, di Porto Empedocle, 53 anni. Spalma (difeso dall’avvocato Salvatore Pennica), in occasione dell’interrogatorio di convalida, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Gli altri due, assistiti dall’avvocato Laura Baldassare, hanno risposto in parte difendendosi e dichiarandosi estranei alla presunta organizzazione ma anche facendo delle parziali ammissioni per gli episodi meno gravi.

Adesso il gip ha depositato il provvedimento decidendo le misure da applicare. Per Solina e Spalma è stata emessa un’ordinanza che dispone la custodia cautelare in carcere. Arresti domiciliari, seppure con l’applicazione del braccialetto elettronico, per Sacco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Il Coronavirus fa paura: Licata +26 contagiati, altri 30 positivi a Ravanusa, 10 a Favara, 9 a Montevago e 7 a Sambuca

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Il ruolo dei pentiti nell'inchiesta "Oro bianco", Quaranta e Cacciatore: "Ecco le famiglieddre"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento