"Traffico di stupefacenti", la Dda chiede l'arresto di quattro agrigentini

Sono stati indagati nell'ambito dell'inchiesta, dei carabinieri di Ragusa, denominata "Proelia"

Una veduta del tribunale di Catania

Il Pm della Dda di Catania, Valentina Sincero, chiede nuovamente l'arresto di Francesco Fragapane, 37 anni, di Santa Elisabetta, del compaesano Roberto Lampasona di 40 anni, di Andrea Mangione, 37 anni, di Raffadali e di Giuseppe Quaranta, 49 anni, di Favara. Lo riporta oggi il quotidiano La Sicilia. I quattro sono stati indagati nell'ambito dell'inchiesta, dei carabinieri di Ragusa, denominata "Proelia" su un presunto traffico di sostanze stupefacenti. Allora, vennero arrestate 19 persone, fra cui gli agrigentini. 

Il tribunale del Riesame ha annullato le ordinanze di custodia cautelare e Lampasona, Mangione e Quaranta sono tornati liberi, mentre Fragapane è ai domiciliari. La Dda è tornata a chiedere, dunque, l'arresto. Lampasona e Mangione sono rappresentati e difesi dagli avvocati Nino Gaziano e Vincenza Gaziano, mentre Quaranta e Fragapane sono difesi dall'avvocato Giuseppe Barba.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

  • "Sono caduta dalle scale": ferite non compatibili col racconto, avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento