rotate-mobile
Carabinieri / Licata

"Associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti": condannato a 5 anni e mezzo e portato in carcere

La sentenza, per il reato commesso a Roma e a Gela fino al 2017, è stata pronunciata dai giudici del tribunale di Gela

"Associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope". È per questo reato - commesso a Roma e a Gela fino al 2017 - che un licatese 56enne è stato condannato. E in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla procura generale di Caltanissetta è stato arrestato e portato alla casa circondariale Pasquale Di Lorenzo di Agrigento. 

L'uomo, Vincenzo Spiteri, dovrà scontare la condanna - pronunciata dal tribunale di Gela - a 5 anni e 6 mesi di reclusione. 

Acquisito l'ordine di carcerazione, i militari dell'Arma della stazione di Licata hanno subito rintracciato il licatese cinquantaseienne lo hanno arrestato e, dopo le formalità di rito, lo hanno accompagnato al carcere di contrada Petrusa della città dei Templi. Esattamente per come è stato disposto dall'autorità giudiziaria di Gela.  

Duro colpo al clan Rinzivillo, undici agrigentini nei guai

Il licatese era finito nell'ambito dell'inchiesta “Extra Fines 2 – Cleandro”, coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Caltanissetta e conclusa dalla polizia e dalla guardia di finanza di Roma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti": condannato a 5 anni e mezzo e portato in carcere

AgrigentoNotizie è in caricamento