Cronaca

"Traffico di prostitute al Velvet", dopo undici anni trovata la "mente" della banda

Il pm Federico Panichi rintraccia all'estero un romeno, ritenuto "l'ideatore del piano criminale", e si appresta a mandarlo a processo

Undici anni dopo l’operazione dei carabinieri, alla quale riuscì a sottrarsi, la Procura della Repubblica individua una delle presunte “menti” dell’organizzazione che avrebbe allestito un giro di prostituzione all’interno del locale Velvet e la manda a processo. Il pubblico ministero Federico Panichi, sulla base di un’attività di indagine svolta dalla polizia giudiziaria, ha individuato la residenza di Iancu Ianus, 50 anni, rumeno.

L’uomo, nei cui confronti non può essere più elevata una nuova misura cautelare visto il decorso del tempo, è stato rintracciato nel suo Paese di origine e dovrà essere processato: l’accusa che gli contesta la Procura, che per la maggior parte degli altri imputati ha già trovato un riscontro definitivo nei processi, è quella di essere stato una delle menti dell’organizzazione criminale che faceva arrivare rumene in Italia grazie a false dichiarazioni di ospitalità alla Questura, per poi farle prostituire (in maniera comunque soft) nel locale “Velvet”, lungo la strada statale 640. L’indagato, attraverso il difensore, l’avvocato Salvatore Cusumano, avrà venti giorni di tempo per chiedere di essere interrogato o produrre memorie.

Poi la Procura potrebbe chiedere il rinvio a giudizio. Essendo contestata l’associazione a delinquere i termini di prescrizione non sono ancora scaduti. Iancu, sostiene la Procura, sarebbe stato “l’ideatore del programma delinquenziale” e avrebbe gestito personalmente le fasi del procacciamento delle donne da fare prostituire nel celebre locale degli addii al celibato. La Procura gli contesta anche di avere consentito l’ingresso e la permanenza illegale in Italia delle ragazze straniere comunicando alla Questura la loro presenza per ragioni diverse e del tutto lecite. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Traffico di prostitute al Velvet", dopo undici anni trovata la "mente" della banda

AgrigentoNotizie è in caricamento