rotate-mobile
Operazione "Hybris" / Licata

Il maxi giro di cocaina in mezza Sicilia: sei patteggiamenti

Il giudice ratifica l'accordo fra procura e difesa e infligge pene da 6 mesi a 5 anni di reclusione: il quartier generale del clan sarebbe stato nel "bronx" di Licata

Sei patteggiamenti al processo scaturito dall'inchiesta Hybris che ha sgominato un traffico di cocaina che aveva il suo "epicentro" nel quartiere "bronx" di Licata e si articolava a cavallo fra le province di Agrigento, Caltanissetta e Palermo.

Il giudice per l'udienza preliminare del tribunale di Agrigento, Giuseppa Zampino, ha ratificato l'accordo fra procura e difesa e applicato pene comprese fra i 5 mesi e i 5 anni di reclusione. 

Si tratta di una costola dell'indagine dopo che il procedimento, sulla base di un'ordinanza del gup di Palermo, è stato diviso in diversi tronconi. 

Operazione antidroga "Hybris", ecco chi sono i destinatari delle misure cautelari

"Fiumi" di cocaina fra l'Agrigentino, il Nisseno e il Catanese: 25 arresti nonostante l'omertà e la prudenza

La pena più alta - 5 anni di reclusione - è stata applicata a Marco Cavaleri; un anno ciascuno a Giuseppe Sanfilippo e Angelo La Cognata; 2 anni e 8 mesi a Michele Palma; 5 mesi e 10 giorni a Marco Marino e 6 mesi a Giacomo Luca Marino. 

Nei confronti di quest'ultimo, difeso dall'avvocato Gaspare Lombardo (nel collegio pure gli avvocati Giuseppe Vinciguerra e Debora Speciale), è stata, inoltre, revocata la misura cautelare dell'obbligo di firma. 

L'operazione della polizia, scattata il 21 febbraio dell'anno scorso, ha già portato ad altre cinque condanne fino a 20 anni di carcere, per gli imputati a cui è contestata l'associazione a delinquere, e altrettanti rinvii a giudizio. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canal

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maxi giro di cocaina in mezza Sicilia: sei patteggiamenti

AgrigentoNotizie è in caricamento