Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Torre Salsa, Mareamico: «Non merita di essere cementificata con un resort»

«La colpa di quanto sta accadendo - scrive Mareamico - è della regione Sicilia e dell'ente gestore della riserva che negli ultimi anni non ha vigilato»

Dopo 30 anni di tentativi, lo scorso 10 marzo la giunta comunale di Siculiana ha approvato il progetto di un mega resort, che nascerà in contiguità con i terreni della riserva di Torre salsa e ne utilizzerà parte dei tracciati interni e di alcune sue spiagge.

«La colpa di quanto sta accadendo - scrive Mareamico - è della regione Sicilia e dell'ente gestore della riserva che negli ultimi anni non ha vigilato. Nel tempo la società "Ritempra", della famiglia Morgante, ha rastrellato terreni limitrofi alla sua proprietà  ed ora con l'accordo con un grosso gruppo alberghiero altoatesino, la Adler, ha realizzato il colpaccio.

Verrà costruito un resort di extralusso, 130 camere, piscine, saune e percorsi di benessere accanto alla vecchia proprietà Morgante presente dentro la riserva e verranno utilizzati i servizi e gli accessi in spiaggia che, di fatto, diventeranno di esclusiva pertinenza del resort.

Ma non è questo il motivo principale per il quale Mareamico è contraria a tale realizzazione: noi in Sicilia abbiamo milioni di ettari disponibili per gli insediamenti turistico/alberghieri e decine di manufatti turistici costruiti ma poi abbandonati a se stessi ed ormai pochissime aree incontaminate. Una di queste è Torre salsa, che non merita certamente di essere cementificata».
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Salsa, Mareamico: «Non merita di essere cementificata con un resort»

AgrigentoNotizie è in caricamento