rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Torre di Gaffe / Licata

Il pellegrino preso a sassate mentre dormiva in tenda a Torre di Gaffe: "Grazie del sostegno, tornerò"

Il bergamasco Nicola Mistri ha poi proseguito il cammino, il sindaco Angelo Balsamo lo aveva invitato a rientrare in città annunciando l'istituzione di un comitato di accoglienza

Il pellegrino preso a sassante mentre dormiva in una tenda a Torre di Gaffe è pronto per tornare a Licata: lo ha annunciato lui stesso dopo che il suo caso era stato denunciato pubblicamente dal coordinatore del progetto della Via Fabaria, Davide Comunale, ed era stato invitato dal sindaco Angelo Balsamo a fare una nuova tappa in città. Lo stesso primo cittadino aveva annunciato l'istituzione di un comitato di accoglienza per i camminanti che faranno tappa a Licata. 

Pellegrino preso a sassate mentre dorme in tenda, il sindaco lo invita in città

Il protagonista della vicenda è il bergamasco Nicola Mistri che, dopo l'episodio, si era fatto medicare e aveva proseguito il cammino. Il viandante, secondo il suo racconto, mentre dormiva è stato colpito alla testa da un sasso.

Si è svegliato sanguinante, è uscito dalla tenda ed ha notato dei ragazzi che scappavano. Poi, dopo essersi fatto medicare, ha continuato il percorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pellegrino preso a sassate mentre dormiva in tenda a Torre di Gaffe: "Grazie del sostegno, tornerò"

AgrigentoNotizie è in caricamento