I Tinturia cantano al carcere "Di Lorenzo", Analfino: "Esperienza di vita"

Un concerto speciale e molto apprezzato da parte degli “ospiti”  della casa circondariale

I Tinturia hanno cantato al carcere della città. Lello Analfino e compagni hanno definito la giornata come una vera e propria “esperienza di vita”.

L'evento si è tenuto grazie alla collaborazione con i “club service” della provincia Agrigentina. Stavolta è stato un concerto dei “Tinturia” con Lello Analfino ad allietare la mattinata dei ristretti.

Un concerto speciale e molto apprezzato da parte degli “ospiti”  della casa circondariale. I Tinturia che con le loro sonorità hanno trasmesso un forte segnale di “uguaglianza” e “fratellanza”.

Alla fine della manifestazione, i Tinturia sono stati ospiti della direzione presso il locale bar dello spaccio, dove Lello Analfino, che aveva conosciuto di persona il sovrintendente “Pasquale Di Lorenzo” a cui è  intitolata la casa Circondariale, è stato omaggiato dal dirigente dell’ente assistenza Giuseppe Di Rosa dell’Amaro “Il mio eroe".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento