Cronaca

Terremoto ad Amatrice, fra i soccorritori anche un pompiere agrigentino

Massimo Caico ha salvato molte vite e continua a rischiare la sua pur di riuscire a portare in salvo - se ancora ci sono - dei superstiti, gente intrappolata sotto le macerie

Il vigile del fuoco Massimo Caico durante i soccorsi

C'è anche un vigile del fuoco di origini agrigentine, ma che fa servizio a Teramo, fra i soccorritori che stanno cercando, nonostante il trascorrere delle ore, di trovare e salvare persone rimaste sotto le macerie ad Amatrice e nelle cittadine limitrofe

Si chiama Massimo Caico ed è il pompiere con la mascherina, l'agrigentino. Ci è stato segnalato da un suo caro amico che ha fornito anche la fotografia. Caico ha salvato molte vite e continua a rischiare la sua pur di riuscire a portare in salvo - se ancora ci sono - dei superstiti. Ha fatto parte della squadra che ieri - come scrive La Repubblica -  ha salvato Giorgia, una delle due sorelline finite sotto due metri di macerie. La più grande, Giulia, non ce l'ha fatta, ma con il suo corpo ha "protetto" la più piccola, Giorgia, che dopo 16 ore è stata estratta viva dalle macerie ed il primo ad abbracciarla è stato proprio il vigile del fuoco agrigentino.

"Sono stato in servizio anche a L'Aquila, dopo il terremoto, per ben quattro turni. Anche lì abbiamo scavato tra le macerie, alla ricerca di superstiti, ma purtroppo non ne abbiamo trovati. Temevo che mi succedesse la stessa cosa anche qui, invece siamo riusciti a salvare la piccola Giorgia. Il papà delle due bambine, perlomeno, potrà tornare ad abbracciare una delle sue figlie". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto ad Amatrice, fra i soccorritori anche un pompiere agrigentino

AgrigentoNotizie è in caricamento