menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La chiesa di San Salvatore a Naro

La chiesa di San Salvatore a Naro

Naro, torna a risplendere la facciata della chiesa di San Salvatore

Si sono conclusi i lavori di messa in sicurezza. Entusiasta il sindaco Lillo Cremona: "Ci sono voluti due anni per rivederla"

Torna a risplendere la facciata della chiesa del Santissimo Salvatore di Naro, conosciuta anche come "'A Batìa". Lo annuncia entusiasta il sindaco Lillo Cremona. "Ci sono voluti due anni per rivederla nel suo splendore", scrive il primo cittadino su Facebook, dopo la conclusione dei lavori di messa in sicurezza.

"L'intervento - spiega il vice sindaco Lidia Mirabile - ha riguardato la messa in sicurezza del prospetto e del campanile poiché, circa quattro anni fa, cominciarono a staccarsi dei pezzi che creavano pericolo per la pubblica incolumità. Per tale motivo fu montata l'impalcatura. L'intervento non ha invece riguardato interventi all'interno della chiesa".

L'edificio fu costruito nel 1398, nel periodo in cui il re Martino il Giovane e l'infante Maria dimorarono in Naro, insieme all'annesso monastero delle monache benedettine, oggi non più esistente poiché abbattuto per far spazio ad una scuola elementare. La chiesa fu rimaneggiata nel 1530 e completamente rinnovata nel periodo barocco (tra il secolo XVII e il secolo XVIII). L'edificio attualmente è chiuso al pubblico. Il 19 ottobre sono iniziati i lavori di restauro che si sono conclusi il 12 dicembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento