Cronaca

Coronavirus, ecco le regioni con le terapie intensive in sovraccarico

Secondo il report settimanale di Altems, Sicilia e Calabria rimangono quelle con i reparti ancora sotto pressione. Il più lontano dai numeri da zona gialla è invece il Molise

La curva dei contagi sta lentamente decrescendo, con l'indice Rt in calo a 0,82 insieme all'incidenza, ma nonostante i dati promettenti che giungono dal report settimanale dell'Iss, ci sono ancora delle regioni in cui i reparti di terapia intensiva sono sotto pressione. Secondo i dati del Report Covid-19 di Altems, l'Alta Scuola di economia e management dei sistemi sanitari dell'Università Cattolica, sono due in particolare: la Sicilia, già in zona gialla per l'emergenza covid, e la Calabria, che finora è rimasta in zona bianca come il resto d'Italia.

"L'indicatore di stress del Servizio sanitario nazionale elaborato da Altems sulla settimana (17-23 settembre) - rileva il direttore di Altems, Americo Cicchetti - mostra un valore medio nazionale pari a 0,31 (il massimo, pari a 1, indica l'ingresso in zona gialla), con un'incidenza media settimanale pari a 47 nuovi casi ogni 100.000 abitanti e il 77% della popolazione over 12 che ha completato il ciclo vaccinale con valori differenti tra le regioni".

Le regioni con le terapie intensive sotto pressione

"La regione con il rischio di soglia in zona gialla più elevato - sottolinea - è la Sicilia, con un indice di stress pari a 0,67, un'incidenza media settimanale pari a 84 nuovi casi ogni 100.000 abitanti e il 69% della popolazione over 12 che ha completato il ciclo vaccinale. A seguire la Provincia autonoma di Bolzano, con un indice di stress pari a 0,64, un'incidenza media settimanale pari a 77 nuovi casi ogni 100.000 abitanti e il 71% della popolazione over 12 che ha completato il ciclo vaccinale. Al contrario, la regione con il rischio di soglia in zona gialla più basso è il Molise con un indice di stress pari a 0,09, un'incidenza media settimanale pari a 15 nuovi casi ogni 100.000 abitanti e l'81% della popolazione over 12 che ha completato il ciclo vaccinale".

(fonte Today.it)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, ecco le regioni con le terapie intensive in sovraccarico

AgrigentoNotizie è in caricamento