rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Accoltellò il padre e venne posto agli arresti domiciliari, 33enne bloccato per evasione

Il giovane è stato bloccato, dopo che si era allontanato da una comunità di Favara, dai carabinieri della stazione del Villaggio Mosè

E' evaso dagli arresti domiciliari. E' per questa ipotesi di reato che i carabinieri della stazione del Villaggio Mosè hanno arrestato, in flagranza di reato, il trentatreenne agrigentino: D. P.. L'uomo si trovava ai domiciliari - in una comunità di Favara - dopo che a metà dello scorso gennaio aveva accoltellato il padre. Accadde tutto, allora, in via Santo Spirito, nel centro storico di Agrigento. Il giovane, con problemi psichici, si sarebbe scagliato contro il genitore. Allora venne arrestato, poco dopo i fatti, dai poliziotti della sezione "Volanti".

"Litiga con il padre e poi lo accoltella", 32enne in manette 

Adesso, invece, l'arresto - per evasione dai domiciliari appunto - è stato fatto dai carabinieri della stazione del Villaggio Mosè. Il trentatreenne è difeso dall'avvocato Daniele Re. Il pm Cecilia Baravelli lo ha posto ai domiciliari, sempre nella comunità dalla quale sarebbe evaso.

Il 32enne si difende davanti al Gip ma resta ai domiciliari 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellò il padre e venne posto agli arresti domiciliari, 33enne bloccato per evasione

AgrigentoNotizie è in caricamento