Tentati omicidi e traffici di armi e droga, Procura e Squadra Mobile in missione in Belgio

Inquirenti e investigatori hanno interrogato, a Liegi, alcune persone che avevano assistito all'agguato a Saverio Sacco e alla sua famiglia e hanno riscontrato le dichiarazioni di Mario Rizzo

Vi è un evidente e persistente intreccio tra i gravi delitti commessi in Belgio, nel distretto di  Liegi in particolar modo, e quelli commessi in provincia di Agrigento. Un intreccio che è collegato a traffici internazionali di armi e stupefacenti. Missione in Belgio per il procuratore aggiunto Salvatore Vella, il sostituto Alessandra Russo, e il vice questore aggiunto Giovanni Minardi che è a capo della Squadra Mobile della Questura di Agrigento. Procura e polizia, grazie ad audizioni e riscontri a dichiarazioni già acquisite, hanno assodato quello che, da tempo, già ipotizzavano.

L'agguato al ristoratore, i giudici: "Il pentito Rizzo credibile ma non riscontrato"

La trasferta della Procura e della Squadra Mobile di Agrigento viene fatta nell'ambito di una attività di collaborazione investigativa internazionale. Il procuratore aggiunto Salvatore Vella, il sostituto Alessandra Russo e il dirigente della Squadra Mobile, Giovanni Minardi, hanno interrogato - a Liegi - alcune persone che avevano assistito al tentato omicidio di Saverio Sacco e della sua famiglia. Tentato omicidio avvenuto, proprio a Liegi, il 28 aprile del 2017.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'agguato in Belgio, Mario Rizzo ha parlato anche con i magistrati della Dda 

Gli elementi raccolti, insieme alla sezione omicidi della polizia giudiziaria federale di Liegi e al giudice istruttore del tribunale di Liegi, Viviane Joliet, hanno portato ad importanti riscontri alle dichiarazioni che Mario Rizzo ha già offerto - in merito alla ricostruzione del tentato omicidio - ai poliziotti e Pm italiani. L'ottima collaborazione tra inquirenti italiani e belgi è andata avanti anche con uno scambio di informazioni e documenti e si è conclusa con un concreto impegno a rivedersi presto. Perché gli intrecci criminali possono essere contrastati efficacemente soltanto con una forte intesa e con un continuo scambio di informazioni tra le istituzioni preposte alla lotta alla criminalità.  

Il pentito Rizzo davanti al gip: "L'agguato a Sacco organizzato da Prestia, con la mafia non c'entro"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in viale Emporium, auto contro scooter: quattro feriti e un morto

  • Accusa un malore e si accascia, tragedia in città: muore un 35enne

  • Valle dei Templi gratis per tutti, gli arancini di Camilleri ed il Jazz: ecco il week end

  • La pistola illegale carica trovata nel negozio di Pelonero, tre indagati

  • Scontro fra due vetture alle porte di Canicattì, muore 64enne: automobilista arrestato per omicidio stradale

  • Coronavirus, l'incubo non è finito: donna positiva al tampone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento