rotate-mobile
Indagini della polizia / Canicattì

Tentati furti in abitazione, circolo ricreativo e laboratorio di orologeria

In contrada Gulfi è stato, invece, portato via il kit di apertura del cancello automatico

Tre tentati furti – in un’abitazione, in un circolo ricreativo e in un laboratorio di riparazione di orologeria – e una razzia in una casa di campagna di contrada Gulfi da dove è stato portato via il kit, completo, di apertura del cancello automatico. Ad indagare, dopo aver raccolto altrettante denunce a carico di ignoti, sono i poliziotti del commissariato cittadino.

Gli agenti sono intervenuti in via Purgatori dove una pensionata ottantacinquenne ha riferito di rumori provenienti dal piano terra della sua abitazione e di una cesoia, lunga circa 55 centimetri, conficcata nella zanzariera della finestra del bagno. Verosimilmente qualcuno aveva, appunto, tentato d'intrufolarsi. I poliziotti hanno sequestrato la cesoia da potatura in ferro.

Un commerciante sessantunenne, sempre di Canicattì, ha denunciato dei tentati furti in un circolo ricreativo, a cui ha dato in comodato d’uso, il primo piano di un immobile di viale Regina Margherita, e in un magazzino dove è stata allestito un laboratorio di riparazione di orologeria. Ad allertare il proprietario dell’immobile è stato uno dei soci del circolo ricreativo che aveva notato danni alla porta d’ingresso dell’appartamento. Già 15 giorni prima, qualcuno, misteriosamente, era riuscito ad aprire la porta di legno dell’appartamento, rubando un televisore del circolo. Trattandosi di refurtiva di scarso valore, non era stata formalizzata – alle forze dell’ordine – nessuna denuncia. I ladri, nell’ultima occasione, dopo essersi intrufolati nel circolo ricreativo, grazie ad una scala interna, sono riusciti ad arrivare nel laboratorio dove, però, non hanno – nonostante i tentativi – forzato la porta di ferro. E’ stata però, visto i molteplici sforzi per aprire, danneggiata la vetrina. Gli agenti del commissariato – in merito a quest’ultimo tentato furto – hanno acquisito dei video del sistema di sorveglianza dai quali si intravede un individuo. Da contrada Gulfi, nelle campagne di Canicattì, dei malviventi sono invece riusciti a rubare il kit completo di apertura del cancello automatico. A formalizzare la denuncia, in questo caso, è stato il proprietario della residenza periferica: un sessantacinquenne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentati furti in abitazione, circolo ricreativo e laboratorio di orologeria

AgrigentoNotizie è in caricamento