menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentata rapina aggravata, rintracciata l'ultima della "banda": obbligo di dimora per tre persone

Erano entrati in una casa del centro storico armati di un fucile (finto) e volevano sottrarre del denaro. A metterli in fuga, però, era stato uno dei proprietari dell'abitazione

Gli agenti del commissariato di Canicattì, coordinati dal vice questore Cesare Castelli, hanno rintracciato l'ultima persona da sottoporre a misura cautelare dell'obbligo di dimora nel comune di residenza. I poliziotti hanno fermato: il 46enne Fernando Licata di Naro, la 22enne Martina Aliotta di Canicattì e la 24enne Silvia Savaia di Canicattì. I tre, secondo quanto fatto sapere dal commissariato di Canicattì, sono ritenuti responsabili in concorso di tentata rapina aggravata, Le tre persone, secondo quanto ricostruito, la notte del 5 maggio scorso una pattuglia del commissariato in servizio di volante era intervenuto dopo una segnalazione per rapina.

Sul posto, una dimora di cittadini afgani (regolari nel territorio italiano) nel centro storico di Canicattì, gli agenti avevano appreso che delle persone si erano introdotte arbitrariamente e sotto la minaccia di un fucile, poi rivelatasi arma giocattolo sebbene priva di tappo rosso,  avevano tentato di sottrarre del denaro. La vittima della rapina è riuscita a mettere in fuga i tre malviventi, opponendo resistenza e reagendo. 

 Le tempestive indagini condotte dal personale del commissariato anche con attività di intercettazione permettevano di ricostruire gli accadimenti e raccogliere gli importanti elementi di prova a carico degli ndagati. Le attività investigative hanno permesso in breve tempo di identificare i tre rapinatori e la segnalazione alla procura della Repubblica di Agrigento, che ha coordinato le indagini, e l'emissione dei provvedimenti cautelari. Come detto i tre soggetti, dovranno rimanere nel comune di residenza e permanere nelle abitazioni nelle ore serali e notturne e sottoposti ai controlli delle forze di polizia.

Secondo quanto ricostruito dai poliziotti, Fernando Licata e Martina  Aliotta,  sono stati tempestivamente rintracciati e sottoposti alla misura cautelare. Storia diversa per Silvia Savaia, la ragazza si resa irreperibile e, dopo attive ricerche in diversi comuni della provincia, ieri sera veniva rintracciata ed anch'essa sottoposta alla misura cautelare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento