Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

"Turista sale nel suo taxi e cerca di violentarla", chiesto rinvio a giudizio

La Procura ribadisce la richiesta di mandare a processo il 45enne, la presunta vittima è stata rintracciata ma non si costituisce parte civile

Afferra la mano della vittima, tenta di accostarla alle sue parti intime e le chiede ripetutamente di praticargli un rapporto orale. La donna, approfittando del fatto che l'auto non era in movimento, apre lo sportello e si allontana. Poi chiama la polizia e denuncia il tassista abusivo che avrebbe tentato di violentarla. La vicenda, a distanza di un anno e mezzo, approda in aula per l'udienza preliminare.

Il pubblico ministero, infatti, ha ribadito la richiesta di rinvio a giudizio di Davide Giuseppe Medico, 45 anni, originario di San Cataldo e residente ad Agrigento, con l'accusa di tentata violenza sessuale. A decidere se disporre o meno l'approfondimento dibattimentale sarà il gup Alessandra Vella. Il difensore, l'avvocato Annalisa Russello, ha chiesto al giudice un rinvio per potere illustrare in maniera più ampia la sua replica al pm. Il gup l'ha concesso e si torna in aula il 24 marzo.

La turista svizzera, che ha denunciato i presunti tentativi di abusi, è stata rintracciata per la notifica dell'inizio del procedimento ma non si è costituita parte civile.

L'episodio al centro del processo risale al 22 ottobre del 2019. Medico era fermo con la sua auto, dove lavorava - sembrerebbe - come tassista abusivo nei pressi di piazza Stazione. La donna svizzera, che si trovava da sola in vacanza, gli avrebbe chiesto di essere accompagnata alla Scala dei Turchi e sarebbe entrata dentro l'autovettura Fiat Punto.

Una volta all'interno del mezzo, Medico avrebbe cercato di abusarne. In particolare, secondo la ricostruzione dell'episodio, avrebbe afferrato la mano della vittima, cercando di accostarla alle sue parti intime, e le avrebbe chiesto ripetutamente di praticargli un rapporto orale. Tentativo di violenza che sarebbe fallito "per la ferma opposizione della donna" che si rifiutò e - secondo quanto ha ricostruito - è scesa dall'auto approfittando che era ferma e ha chiamato subito un'amica alla quale ha raccontato quanto era accaduto. La turista ha poi presentato una denuncia e fornito alla polizia tutti gli elementi utili per l'identificazione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Turista sale nel suo taxi e cerca di violentarla", chiesto rinvio a giudizio

AgrigentoNotizie è in caricamento