rotate-mobile
Cronaca Fontanelle / Viadotto Fontanelle

Minaccia di lanciarsi dal viadotto "Fontanelle", convinto da un avvocato e un maresciallo dei carabinieri

Un 49enne di Agrigento lamentava la mancanza di una casa dove vivere. Ha chiesto di parlare con l'avvocato Salvatore Pennica o con il maresciallo dei carabinieri Vincenzo La Rocca, altrimenti minacciava di suicidarsi

"Fatemi parlare con l'avvocato Pennica o con il maresciallo La Rocca, altrimenti mi butto giù". Urlava così oggi pomeriggio un agrigentino di 49 anni, disoccupato e senza casa, che ha tentato di suicidarsi dal viadotto "Fontanelle", il ponte rettilineo che conduce verso il bivio per contrada Consolida, ad Agrigento. 

L'uomo,  che ha poi desistito dall'insano gesto, lamentava la mancanza di una casa dove vivere. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile, che hanno subito chiamato l'avvocato agrigentino Salvatore Pennica e il maresciallo Vincenzo La Rocca, comandante della Stazione dei carabinieri di Villaseta. 

Sia il legale che il sottufficiale dell'Arma, tempestivamente giunti sul posto, hanno parlato con l'aspirante suicida, convincendolo a non lanciarsi dal ponte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia di lanciarsi dal viadotto "Fontanelle", convinto da un avvocato e un maresciallo dei carabinieri

AgrigentoNotizie è in caricamento