rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Codice rosso / Sciacca

"Tenta di strangolare la moglie perché vuole soldi per la droga", il gip dispone: divieto di avvicinamento

Per avere la certezza che l'indagato stia veramente alla larga dalla parte offesa, il giudice per le indagini preliminari ha ha disposto l'applicazione del braccialetto elettronico

A suo carico c'era già la misura della sorveglianza speciale: era indagato per percosse, violazione della misura, tentata estorsione e lesioni in danno della moglie convivente. Un comportamento che non s'è affatto arrestato perché, anche di recente, ha strattonato, colpito con calci e pugni la donna ed ha anche tentato di strangolarla. Il tutto per un unico motivo: voleva soldi, ha tentato di estorcere soldi alla moglie, per comprare stupefacenti. I polziotti del commissariato di Sciacca, eseguendo un'ordinanza di applicazione della misura cautelare del gip, su richiesta della Procura di Sciacca, ha notificato all'uomo un'ennesima misura cautelare. Quella del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa. 

Il saccense dovrà dunque stare alla larga dalla moglie: ad una distanza non inferiore a 200 metri, ma dovrà stare lontano anche dalla casa della donna. E per avere certezza che venga rispettato il divieto di avvicinamento, il gip ha disposto l'applicazione del braccialetto elettronico.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tenta di strangolare la moglie perché vuole soldi per la droga", il gip dispone: divieto di avvicinamento

AgrigentoNotizie è in caricamento