rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Archeologia

Teatro ellenistico, si torna a scavare: ma un finanziamento giace "sepolto" alla Regione

Il progetto, dal valore di un milione di euro, risale ad alcuni anni fa: i fondi vennero spostati per altri interventi, a non sono stati mai reintegrati

Dal prossimo 13 giugno riprenderanno le attività di ricerca archeologica da parte dell’Università di Catania nell’area del teatro antico di Agrigento in convenzione con il Parco. Una campagna a cui parteciperà un folto numero di studenti e laureati, guidati dal professor Luigi Maria Caliò, che, dice una nota,  "proseguiranno l’indagine avviata negli anni scorsi per mettere in luce le strutture dell’edificio e chiarire gli aspetti della ricerca ancora oscuri".

In realtà, però, queste attività di ricerca non permetteranno effettivamente di mettere mano in "profondità" (letteralmente) agli scavi.

Il teatro, infatti, giace ancora sotto decine e decine di metri di terra. Tonnellate di detriti che ricoprono una delle opere dell'Agrigento antica più ricercate nei secoli e senza un intervento meccanico di liberazione della struttura del suo attuale "sarcofago" i passi avanti nella ricerca potrebbero essere davvero pochi.

E dire che, da almeno 2 anni, esiste un progetto dal valore di 1 milione di euro che era destinato proprio a questo. Un intervento che è stato privato nel febbraio del 2020 dei fondi necessari per essere realizzato perchè la Regione decise di riprogrammare le somme. Ad ottobre dello scorso anno, poi, l'annuncio: il milione di euro era a disposizione e gli interventi sarebbero stati realizzati, ma, ad oggi, di quei soldi non si è ancora vista traccia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro ellenistico, si torna a scavare: ma un finanziamento giace "sepolto" alla Regione

AgrigentoNotizie è in caricamento