Gli scavi del teatro Ellenistico fermi al palo: mancano dei certificati

Il Parco ha completato solo in questi giorni le procedure per ottenere la "ISO 9001": è il primo sito archeologico e culturale a possederla

I lavori di scavo, i più importanti per "incisività" e, si sperava, per risultati, sarebbero già dovuti partire da un pezzo: già da ottobre del 2018. C'erano i soldi, c'era la ditta aggiudicataria e un progetto. Eppure nell'area del teatro ellenistico non si è ancora potuta spostare una pietra rispetto a quanto fatto nelle precedenti campagne di ricerca perché al Parco manca una certificazione, finora mai richiesta. Stiamo parlando della Iso 9001, che è nel frattempo divenuta necessaria per le procedure d'appalto oltre una certa soglia.

Una situazione che certamente interessa questo appalto, che è da oltre 2 milioni di euro e che avrebbe consentito di “aggredire” l’area di scavo, potendo scendere maggiormente in profondità rispetto a quanto fatto oggi, fornendo per la prima volta un quadro completo dello stato di conservazione del monumento, finora solo immaginato, dato che si è proceduto con saggi e verifiche non invasive, anche per rendere meno costoso il tutto. Solo nelle scorse settimane il Parco ha completato le procedure per l'ottenimento della Iso 9001 e aspetta oggi il decreto da parte della Regione che potrebbe, adesso, mettere in moto la macchina degli scavi che potrebbero cominciare (in caso di parere in tempo breve) con l'inizio della stagione turistica vera e propria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cosa ci si aspetta di trovare sotto terra? Innanzitutto si vorranno portare alla luce le porzioni di teatro più a valle, come la scena, che sono anche quelle che si trovano più in profondità. Poi si passerà certamente all'area in cui dovrebbero trovarsi i gradoni, che costituiscono poi la parte più "scenografica" del teatro. Il Parco in tal senso è particolarmente interessato a verificare lo stato di conservazione delle sedute per poter valutare successivamente l'effettiva fruibilità dell'opera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Villaseta: giovane si toglie la vita, avviate le indagini

  • Coronavirus: muore commerciante di Canicattì, seconda vittima dopo l'anziana di Sambuca

  • Coronavirus, è di nuovo raffica di positivi a Ravanusa, Palma, Canicattì, Licata, Sciacca, Cianciana e Porto Empedocle

  • Non si fermano i contagi a Sambuca, altri nove positivi: tra questi anche un impiegato

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Coronavirus: 5 alunni positivi a Porto Empedocle e 3 a Lampedusa: salgono a 15 i contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento