rotate-mobile
Turismo

Tassa di stazionamento, che disastro: solo 75 bus pagano in due mesi

L'assessore Cantone precisa che si sta attuando una linea di tolleranza in assenza di un parcheggio attrezzato

Solo 75 bus extraurbani tra le centinaia che sono giunti ad Agrigento nei mesi di marzo e aprile hanno pagato la tassa di stazionamento.

A fornire il numero in Consiglio comunale è stato l'assessore alla polizia locale Carmelo Cantone rispondendo a un'interrogazione della Democrazia cristiana, chiarendo tuttavia come il sistema non funzioni, sia da un punto di vista strutturale che dell'organizzazione. 

L'assessore chiarisce che il Comune "non ha forzato" sul fronte dei controlli, "perché per mandare, per indirizzare gli autobus a Cugno Vela, occorre che sia attrezzato. E Cugno Vela non è attrezzato... Con 40-50 gradi non possiamo chiedere agli autisti dei pullman di andarsi a mettere nel deserto, che peraltro per ora è pure impraticabile". Cantone ammette comunque che i bus siano stati fatti parcheggiare lì nei giorni della sagra, ma questo non giustifica il numero esiguo di tasse pagate.

Il componente della giunta Micciché fa riferimento al fatto che, già da anni, i bus turistici dovrebbero - ai sensi di un'ordinanza - parcheggiarsi a Villaseta. Vietato (sulla carta) sostare in qualunque altra parte della città, anche se, a quanto pare, al momento la linea della "fermezza" sembra destinata a venire meno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa di stazionamento, che disastro: solo 75 bus pagano in due mesi

AgrigentoNotizie è in caricamento