menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tarsu e Ici, possibile pagare dopo il 30 giugno

Una settimana di tempo ancora, dunque, per quei cittadini che ancora non hanno presentato domanda di definizione agevolata, scaduta la quale non sarà più possibile richiederne l'adesione

Se ne è discusso per mesi interi, di tributi e di sanzioni, soprattutto durante la campagna elettorale, visto che l'argomento A&G è stato uno dei temi più scottanti. Ora, che tutte le polemiche si sono sopite, si torna a parlare delle tasse su Tarsu e Ici. L'amministrazione comunale ha infatti deciso di prorogare il termine di pagamento fissato, dal regolamento approvato dal consiglio comunale, al 30 giugno. Tutti i contribuenti che vogliono ancora aderire alla definizione agevolata dei tributi locali, possono, infatti, presentare istanza al protocollo del comune di Raffadali, entro la data del 30 giugno. Salvo poi concordare successivamente un appuntamento con la società di riscossione A&G, che ha sede in via Costanza, per definire l'importo delle tasse dovute ed eventualmente accordarsi per una sua rateizzazione. Il termine del 30 giugno, rimane dunque perentorio per la presentazione della richiesta di definizione agevolata delle tasse che consente l'abbattimento delle sanzioni. Mentre tale scadenza non è più tassativa, per quanto riguarda il pagamento delle bollette che devono ancora essere definite ed emesse, ex novo, dalla società di riscossione. Una settimana di tempo ancora, dunque, per quei cittadini che ancora non hanno presentato domanda di definizione agevolata, scaduta la quale non sarà più possibile richiederne l'adesione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento