rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca Raffadali

Tarsu, Cuffaro ringrazia i suoi consiglieri per il gesto di grande responsabilità

In una lettera aperta, in riferimento alla vicenda delle bollette Tarsu e dell'approvazione del nuovo regolamento sui tributi locali il sindaco Silvio Cuffaro si rivolge ai consiglieri e ai suoi concittadini. Questo il testo inviato

In una lettera aperta, in riferimento alla vicenda delle bollette Tarsu e dell'approvazione del nuovo regolamento sui tributi locali il sindaco Silvio Cuffaro si rivolge ai consiglieri e ai suoi concittadini. questo il testo inviato:

"Lo considero l'ultimo, grande, gesto d'amore nei confronti dei miei concittadini l'approvazione del regolamento comunale sul condono dei tributi locali. Venerdì sera, la maggioranza consiliare ha dimostrato ai raffadalesi di volere tutelare i loro interessi concludendo, positivamente, la vicenda delle bollette Tarsu/Ici che ha alimentato negli ultimi mesi la polemica politica. Venerdì sera, chi in tutti modi aveva cercato, con menzogne, raggiri e artifici, di allontanare il Consiglio comunale dalla tutela degli interessi dei cittadini è stato sbugiardato ed accantonato dagli stessi compagni di viaggio. Ieri sera, il consigliere Di Stefano è stato messo in un cantuccio a leccarsi le ferite. La sua proposta di sospendere le cartelle per 60 giorni è stata cestinata perché stringente, troppo stringente, rispetto al condono che oltre ad "azzerare" sanzioni ed interessi comporterà la sospensione delle stesse fino al mese di giugno. Chi ha buona memoria ricorderà che lo scorso anno avevo annunciato, sia sulla carta stampata, che sulle testate on line, ma anche attraverso le emittenti televisive locali, il condono tributario. L'attività di terrorismo politico del consigliere Di Stefano aveva impedito l'approvazione del condono che avrebbe comportato un notevole vantaggio per i raffadalesi (zero sanzioni, zero interessi e zero impiegati dell'A&G a prendere misurazioni a casa), e per l'Amministrazione, che avrebbe corrisposto esclusivamente all'A&G un aggio dello 0,88%. Un Avvocato che chiede lumi per approvare il condono, è un Avvocato che non vuole il condono. Spieghi, se capace, alla Città le ragioni del suo diniego. Per mire politiche e per la tutela della lobby che rappresenta in Consiglio comunale ha tentato anche questa volta, il consigliere Di Stefano, di boicottare la città. Invano. Di questo, devo ringraziare la dott.ssa Tartaglia e la dott.ssa Maida che, con le loro professionalità e con il loro senso di responsabilità e di appartenenza, hanno confutato punto per punto le inconcludenti argomentazioni giuridiche del consigliere Di Stefano. Un grazie anche ai consiglieri comunali che hanno approvato il regolamento sul condono e che voglio citare singolarmente: Gaspare La Porta, Maricetta Casalicchio, Maria Randisi, Alina Lo Presti, Totò D'Anna, Angelo Farruggia, Mimì Terrazzino, Totò Alaimo, Giuseppe Plano e Giovanni Pedalino. Un grazie di cuore, per aver reso un grande servigio alla comunità e per aver adempiuto fino in fondo al Vostro ruolo di rappresentanti del popolo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tarsu, Cuffaro ringrazia i suoi consiglieri per il gesto di grande responsabilità

AgrigentoNotizie è in caricamento