menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione condannata a riesaminare istanza di accreditamento di un Ente di formazione

Per effetto della sentenza resa dal Tar l'Amministrazione regionale dovrà riesaminare l'istanza di accreditamento presentata dall'Iraps e dovrà pagare le spese giudiziali

L' Iraps Onlus (Istituto di Ricerche ed Applicazioni Psicologiche e sociologiche ) aveva ottenuto fin dal 2007 l'accreditamento di tutte le proprie sedi operative per lo svolgimento di attività di orientamento e formazione professionale nell'ambito della Regione Siciliana ed ha svolto nel corso degli anni attività di orientamento e formazione professionale. Tuttavia nel 2013 l'Assessorato Regionale della Formazione ha revocato il provvedimento di concessione dell'accreditamento di tutte le sedi operative interdicendo lo svolgimento di qualsivoglia attività di orientamento e formazione professionale;

l'Istituto ha proposto un ricorso davanti al Tar Sicilia, con il patrocinio degli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia, chiedendo l' annullamento dei provvedimenti lesivi. Il Tar Sicilia, Palermo, Sezione 3, accoglieva il predetto ricorso ed annullava i provvedimenti impugnati per difetto di motivazione.

Poichè la sentenza non veniva eseguita dall'Amministrazione regionale l'Istituto, sempre con il patrocinio degli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia, ha proposto un ricorso per ottemperanza davanti allo stesso Tar Sicilia; in pendenza di tale nuovo giudizio l' Assessorato Regionale della Formazione ha emesso un formale provvedimento di rigetto dell'istanza di accreditamento che veniva impugnato con motivi aggiunti di ricorso dai difensori. Si è costituito in giudizio l'Assessorato regionale della Formazione Professionale, con il patrocinio dell'Avvocatura Distrettuale dello Stato di Palermo, per chiedere il rigetto del ricorso.

Il Tar Sicilia, Palermo, sezione terza, ha accolto anche il nuovo ricorso patrocinato dagli avvocati Rubino e Impiduglia ed ha annullato i provvedimenti impugnati, ritenendo che l'assenza dei requisiti per l'accreditamento era conseguente alla precedente revoca già annullata dal Tar e pertanto addebitabile alla stessa condotta dell'Amministrazione regionale, condannando anche l'Amministrazione Regionale al pagamento delle spese giudiziali, liquidate in duemila euro, oltre accessori. Pertanto, per effetto della sentenza resa dal Tar l'Amministrazione regionale dovrà riesaminare l'istanza di accreditamento presentata dall'Iraps e dovrà pagare le spese giudiziali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento