rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Non paga le spese processuali, il Tribunale amministrativo condanna il Comune

La vicenda parte da un ricorso presentato da un cittadino che chiedeva trasparenza rispetto al bando per licenze Ncc

Mancato pagamento delle spese processuali, il Tar commissaria il Comune di Agrigento.

La vicenda, molto articolata, parte dal ricorso presentato da un cittadino, il quale, assistito dagli avvocati Girolamo Rubino e Rosario De Marco Capizzi, chiedeva all'Ente di dar seguito ad una richiesta di accesso agli atti presentata nell'ottobre del 2018 concernente una procedura di rilascio di licenze per noleggio con conducente.

Un silenzio, quello serbato dal Comune, che si era interrotto dopo la presentazione del ricorso, tanto che, nel marzo del 2019 fu lo stesso cittadino a dichiarare cessata la materia del contendere, con il Tribunale amministrativo che tuttavia condannava comunque, in forza del principio della "soccombenza virtuale" il Municipio a pagare le spese legali dell'uomo: mille euro circa.

Ovviamente Palazzo dei Giganti ha continuato a far finta di nulla, e così l'uomo, difeso sempre da Rubino e De Marco Capizzi, si è nuovamente rivolto al Tar, il quale ha ordinato al Comune di Agrigento di provvedere al pagamento delle spese processuali (con un aggravamento dell'importo richiesto) entro il termine di 60 giorni dalla comunicazione della sentenza, individuando anche un commissario nel caso la stessa non sarà rispettata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non paga le spese processuali, il Tribunale amministrativo condanna il Comune

AgrigentoNotizie è in caricamento